IL CRITICO DI MARTE | Selfie di famiglia 7/1/20

IL CRITICO DI MARTE | Selfie di famiglia 7/1/20

SELFIE DI FAMIGLIA

Regia | Lisa Azuelos
Con | Sandrine Kiberlain, Thaïs Alessandrin, Victor Belmondo, Mickaël Lumière, Camille Claris
Doppiatori | Chiara Colizzi, Chiara Oliviero, Federico Di Pofi, Federico Talocci, Giovanni Petrucci, Danny Francucci, Andrea Capriceci, Mariagrazia Cerullo, Stefano Bianchini, Marta Pepe, Alessandra Berardi, Deborah Ciccorelli, Gianna Gesualdo, Lilli Manzini
Genere | Commedia
Francia
Uscita | 19 settembre 2019
Durata | 97 minuti
Consigli per la visione di bambini e ragazzi: +13

Il primo film del 2020 che vi proponiamo è una commedia francese diretta dalla regista Lisa Azuelos. Héloise (Sandrine Kiberlain) è una madre single di una triade di figli/fratelli: Théo (Victor Belmond), Lola (Camille Claris) e Jade (Thaïs Alessandrin) la più piccola. Quest’ultima ha già raggiunto ormai l’età di 17 anni, e questo significa che a breve dovrà affrontare quel rituale imposto dalla società che sancisce il passaggio dall’infanzia all’età adulta che prende il nome di “maturità”. Jade mostra di avere già le idee abbastanza chiare, dichiarando la volontà di frequentare l’università in Canada. Questo significherebbe andare a vivere a una notevole distanza da casa.
In Héloise inizia a farsi strada un sentimento di panico, dettato da un crescente stato di angoscia di fronte all’inevitabile prospettiva di affrontare un’esistenza di totale solitudine. All’improvviso si rende conto che alla conclusione di quella magnifica avventura chiamata famiglia, perpetuamente caratterizzata da un legame fortissimo con la propria prole, mancano ormai poche tappe. Disperata decide, allora, di conservare, fermare, congelare ogni particolare filmando con il cellulare, gli ultimi istanti di convivenza con Jade. Questa scelta la conduce a commette l’errore di non vivere a pieno e in maniera naturale quegli ultimi preziosi momenti trascorsi insieme.
Una storia che ha il coraggio di mostrare come, anche nelle famiglie dove l’amore tra i vari componenti regna sovrano, esistono momenti difficili. Infatti, come ogni impero ha la sua decadenza, così in ogni famiglia, soprattutto in quelle felici, arriva quel periodo di transito doloroso dove coloro che operavano per la coesione, improvvisamente, tendono a promuovere una sorta di disgregazione del nucleo originario per permettere ai più giovani di puntare verso nuovi lidi.
La tentazione è quella di convincere noi stessi che la realtà idilliaca di una famiglia che funziona, possa durare in eterno. Viviamo rifugiandoci in una bolla di magnifica illusione pensando che il tempo non debba scorrere mai. Ma, purtroppo, abbiamo a disposizione solo una manciata di anni per poter stare con i nostri ragazzi. Anni indimenticabili in cui sono i più piccoli a cercare e desiderare la compagnia dei genitori sempre indaffarati e preoccupati da mille questioni da risolvere. Dopo saranno i genitori a dover inseguire i figli nella speranza di carpire un minimo di attenzione. Ragazzi forse ormai disincantati da quegli eroi familiari di un passato che sembra ormai remoto. Poi più nulla. Perché, come disse l’Oracolo nel film ‘Matrix’, “A questo mondo tutto quello che ha un inizio ha anche una fine”.

Lapidario e profondo è il pensiero di Malcolm Forbes: “Devi lasciare che i tuoi figli se ne vadano se vuoi che rimangano con te”.

Recensione di Marco Valletta, “Il Critico di Marte”

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Ciao! Domande?
Clicca sull'icona qui sotto e scrivi a Oltheatre usando WhatsApp.
Prenota il tuo posto a Teatro o al Cinema!
Powered by

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi