IL CRITICO DI MARTE | La donna elettrica 5/11/2019

IL CRITICO DI MARTE | La donna elettrica 5/11/2019

 

LA DONNA ELETTRICA

Regia di Benedikt Erlingsson.

con Halldóra Geirharðsdóttir, Jóhann Sigurðarson, Davíð Þór Jónsson, Magnu´s Trygvason Eliasen, O´mar Guðjo´nsson

Doppiaggio | Roberta Pellini, Franco Zucca, Fabrizio Manfredi, Stefano Brusa, Valentina Perrella,
Daniele Calò

Genere | Thriller, commedia/drammatica

Francia, Islanda, Ucraina

Uscita | 2018

Durata | 101 minuti

La nostra storia si svolge nella fredda Islanda. Qui abita Halla, una tranquilla donna di 50 anni, insegnante e direttrice di un piccolo coro, nel villaggio in cui vive. Dietro questa facciata, scandita dalle piccole azioni della routine quotidiana, Halla nasconde un’insospettabile attività.
Armata di arco e frecce, con una notevole dose di determinazione e coraggio, ha iniziato una solitaria crociata, contro il sistema capitalistico che avvelena la natura, mette a rischio la vita dell’intera umanità ed è la causa principale del surriscaldamento climatico. Insomma Halla non accetta di rimanere ferma, assistendo passivamente al conto alla rovescia del nostro pianeta.
Con lo pseudonimo di “donna elettrica” attua la sua personale ribellione, attraverso attacchi e sabotaggi a danno delle linee elettriche della fabbrica di alluminio del paese. Per Halla questa è la principale causa della collettiva distruzione del mondo. La sua ribellione attira, inevitabilmente, l’attenzione del governo e della stampa sempre a caccia di nemici da combattere o di notizie capaci di moltiplicare le vendite o gli ascolti.
Il film narra le gesta di una moderna eroina, che senza perdere tempo, decide di agire prima che sia troppo tardi, attraverso mirabolanti atti di ribellione, contro forze titaniche decisamente più grandi di lei, animata dal disperato tentativo di evitare la catastrofe ambientale.
Il paesaggio islandese, per volontà del regista Benedikt Erlingsson, ultimamente molto sensibile alle problematiche ambientali, viene eletto all’importante ruolo di personaggio tra i personaggi, facendolo recitare insieme agli attori. Una natura che, diversamente da quella descritta dal Leopardi continuamente in contrasto con l’uomo, sembra aiutare la nostra protagonista quasi a ringraziarla dei tanti sforzi e sacrifici spesi in suo favore.
Forse Halla non sarà supereroe, di certo non vola, né corre veloce come il lampo, non si arrampica sui muri come un ragno, e non è figlia degli dei, ma di sicuro non ha nulla da invidiare agli eroi Marvel perché, come loro, è pronta a battersi per gli indifesi senza calcoli di successo.
Come diceva Joseph Campbell: “Un eroe è un normale essere umano che fa la migliore delle cose nella peggiore delle circostanze”. 

Recensione di Marco Valletta, “Il Critico di Marte”

Leave a Reply

Your email address will not be published.

Ciao! Domande?
Clicca sull'icona qui sotto e scrivi a Oltheatre usando WhatsApp.
Prenota il tuo posto a Teatro o al Cinema!
Powered by

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi